Translate

domenica 10 settembre 2017

RECENSIONE "UNA MOGLIE DA CONQUISTARE" di Simona Liubicich



Buongiorno follower!
In uscita oggi il nuovo libro di Simona Liubicich.
Daniela Perelli lo ha letto e commentato per noi 😃









Titolo: Una moglie da conquistare
Autore: Simona Liubicich

Disponibile in ebook a € 2,49

Pagina autore: Simona Liubicich Autrice 






TRAMA:


Londra – Irlanda 1897

Sono passati cinque lunghi anni da quando Blaine, moglie del duca di Abercorn, è stata abbandonata quasi subito dopo il matrimonio. Lo scandalo e la vedovanza – il duca era stato creduto morto in circostanze misteriose – l’hanno provata nell’anima e nei sentimenti, rendendola dura e malfidata nei confronti del mondo.
Non può credere ai suoi occhi quando una sera a teatro lo intravede in un palco. 
Un fantasma? Un’allucinazione? Ben presto Blaine si rende conto che non è così.
Damon Hamilton è tornato a casa, deciso a rimediare ai suoi errori e a riprendersi la moglie, ma dovrà fare i conti con una donna, questa volta, una donna caparbia e intelligente che non si fa più manipolare e con qualcosa di molto più grande e potente, qualcosa che nessuno dei due si rende conto ancora di provare: l’amore. 




IL PARERE DI DANIELA PERELLI:


Blaine è davvero un bellissimo personaggio: una donna frizzante, per certi versi un po’ scorbutica ma con quel pizzico di ironia che la rende simpatica e interessante.
Damon mi ha fatto storcere il naso un po’ di volte: creduto morto da tutti, un giorno, dopo tanti anni, incontra inaspettatamente la sua Blaine sfoderando quel bel po’ d’arroganza. Approfittando del suo fascino e dell’amore che legge ancora negli occhi di sua moglie, come se nulla fosse accaduto!
Ma Blane, attraverso dialoghi che l’autrice ha saputo rendere davvero interessanti e per certi versi divertenti, non gliele manda di certo a dire.
Ovviamente l’unica scelta possibile è il divorzio. Come possono pensare di ricostruire tutto, di ripartire dal principio, dopo che la fiducia è venuta a mancare completamente?
E qui entra di nuovo in gioco Damon, duca di Abercorn, che non ha nessuna intenzione di concedere il divorzio a Blaine e, spesso, come dire… la rimbecca con linguaggi un po’ coloriti 😉
Ho apprezzato davvero tanto le descrizioni dei luoghi così accurate che mi hanno trasportata in un tempo affascinante, con personaggi secondari ma di rilievo ai fini della storia, che hanno reso ancor più piacevole il continuo chiacchiericcio e battibeccare della coppia. E poi quel mistero: perché Damon era scomparso così, all’improvviso, portando a credere che fosse morto? Non vi resta che leggere il romanzo per scoprirlo…
Complimenti all’autrice, ne consiglio assolutamente la lettura 😊




Nessun commento:

Posta un commento