Translate

venerdì 25 maggio 2018

"ESISTENZE PROIBITE" di Paolo Bertulessi



Buongiorno follower!
Vi segnalo "Esistenze proibite", il romanzo d'esordio di Paolo Bertulessi, edito Le Mezzelane 😊







Autore: Paolo Bertulessi
Genere: Noir

Casa editrice: Le Mezzelane

Disponibile in ebook a € 5,49
e in formato cartaceo a € 13,51






TRAMA:


Il tormentato, torbido e viscerale rapporto di Adam con il sesso femminile: l’indole di questo ragazzo borderline della Milano bene, in bilico tra il bene e il male sin dalla sua infanzia, innesca una serie di eventi che marchieranno a fuoco lo scorrere della sua vita. Una narrazione di esperienze spudoratamente uniche, intrise di una deviata e algida ginofilia legata a doppio filo all’egocentrismo e alla venalità del protagonista; sesso, perversione, mistero, soprannaturale, denaro, motori, avventura, arte, poesia e morte: tutto si fonde in una perfetta miscela che avvince e rapisce. Si può sicuramente affermare che in questo libro esistono due protagonisti, profondamente diversi a livello caratteriale, le cui vite si fondono assieme per creare una unica esistenza ricca di forti emozioni, obiettivi ambiziosi e traguardi raggiunti. I dialoghi tra i due protagonisti dell’opera, Adam e Traxebru, stigmatizzano al meglio la loro comune spietata visione della vita e della società, dosando al meglio lessico aulico ed espressioni taglienti. A loro si affianca una meravigliosa piccola Dea, autistica e sensitiva: Aneta, con la sua impressionante purezza e la sua eterea presenza, sovralimenterà quel motore emozionale che li farà viaggiare sempre più velocemente verso facili successi economici, ma anche inquietanti e sconvolgenti vicende, per poi volgere a un drammatico e sconcertante epilogo.



BIOGRAFIA:



Cresciuto in una famiglia eterogenea con madre novarese, padre e nonni paterni bergamaschi, nonna materna torinese, nonno materno barese, poi viceprefetto a Padova, e una prozia austriaca, nasce a Bergamo, ma la sua famiglia dopo un anno si trasferisce a Padova, città nella quale poi vive fino all’età di quarant’anni.
Viene educato sin da bambino al culto della lingua italiana e all’amore per la letteratura, spaziando dai grandi classici alle opere contemporanee anche di nicchia: il suo primo libro, "Ventimila leghe sotto i mari" di Jules Verne, lo legge a cinque anni. 
Consegue la maturità classica appassionandosi in modo viscerale alla lettura e, conseguentemente, alla scrittura, che coltiverà con sempre più crescente passione.      
All’età di 25 anni perderà prematuramente e traumaticamente il padre, docente liceale di matematica e fisica, e la madre, pittrice.
Lavora per diversi anni nella grande distribuzione alimentare ricoprendo il ruolo di gerente e direttore di filiale.
Ex pugile dilettante e successivamente istruttore sportivo per molti anni, dal 2005 è titolare di una enoteca a Piazzola sul Brenta, in provincia di Padova.
Oltre alla lettura e alla scrittura è un cinefilo e un amante dei videogames.
Ha già operato nel settore letterario nella veste di ghostwriter, scrivendo per diversi autori locali in crisi d’ispirazione e fornendo loro trame interessanti: il suo talento nel creare storie da raccontare e pubblicare è stato da sempre molto spiccato.
Solo negli ultimi anni decide di dare spazio a se stesso come autore e di avere il proprio nome stampato in una copertina. 



DICE L'AUTORE:

Questa storia è nata con una spontaneità che ha sorpreso anche me; non vi è stata una ispirazione precisa, direi piuttosto una mia situazione precisa: questo romanzo è stato scritto in concomitanza di una grave malattia di mio figlio contro la quale stiamo ancora lottando; le parole scorrevano fluide e copiose, mentre la trama si creava pagina dopo pagina come magicamente.
Questo è un libro che odora di angoscianti ore di attesa, di corsie e di sale d’aspetto di vari ospedali: è un’opera scritta con l’anima tormentata, a mio parere la migliore condizione per uno scrittore.
Quelle infinite ore di sofferenza si sono trasformate in parole.

Essendo un romanzo praticamente “on the road”, le ambientazioni sono molteplici: alcune sono frutto del mio estro, altre esistono realmente.
Colgo l’occasione per sottolineare il fatto che il mio romanzo è anche intriso d’arte e cultura: la trama si articola tra residenze e luoghi d’arte abbandonati dove accadono anche strani fenomeni che vedono protagonista Aneta. 

Non vi è un solo protagonista: la scena del mio romanzo è dominata da una triade di personaggi, così caratterialmente diversi da fondersi assieme.
Adam: egocentrico, sociopatico, satiriaco, perverso e privo di sentimenti, avido.
Traxebru: moralmente corretto, ricco di sentimenti reconditi, in simbiosi con Adam, dotato di spirito imprenditoriale e amante delle auto d’epoca.
Aneta: pura, autistica, magnetica, dotata di facoltà paranormali, eterea e bellissima… il fulcro del romanzo.
La straordinaria bellezza esteriore, poi, accomuna i tre protagonisti, le cui vite finiranno per legarsi in modo indissolubile. 





BREVE ESTRATTO:

“Uscì dalla clinica verso sera, stordito e a pezzi; si lanciò in autostrada per far sbollire la sua rabbia portando a ebollizione lo scontroso propulsore della Fiat 131 Abarth, domando con determinazione la coinvolgente rudezza di quel mezzo.
Dopo una cinquantina di chilometri, con lo sguardo fisso sul nastro d’asfalto che sembrava venire fagocitato dalla sua auto, si fermò a un autogrill. Andò nella toilette a pisciare, uscì e si accese una bionda cancerosa.
Mille pensieri si inseguivano nella sua mente, mentre l’acre puzzo di quell’orinatoio dove approdava mezzo mondo gli infestava ancora l’anima acuendo il suo tormento.
Quel momento di introspezione gli ispirò le più rabide considerazioni...”



giovedì 24 maggio 2018

RECENSIONE "IL MATRIMONIO DEI MIEI SOGNI" di Susan Mallery



Buon pomeriggio follower!
Franca Poli ha letto "Il matrimonio dei miei sogni" di Susan Mallery, primo volume della serie "Happily Inc., edito Harmony 😊




Autore: Susan Mallery 
Serie: Happily Inc. Vol.1

Casa editrice: Harmony
Genere: Harmony Romance di Aprile

Disponibile in formato cartaceo a € 6,90
e a breve anche in ebook a € 4,99

Pagina autore: Susan Mallery 





TRAMA:

Lo scultore Nick Mitchell è cresciuto in una famiglia di artisti e, proprio dal padre, ha imparato che ogni passione richiede sacrificio. Così, mentre aspetta fiducioso un contratto di lavoro a Dubai, decide di occupare il tempo lavorando come carpentiere per Wedding in a Box, l'agenzia organizzatrice di matrimoni della carismatica Pallas Saunders. Complici la bellezza del suo capo e l'atmosfera romantica degli eventi che si trova a seguire, Nick deve cercare di tenere a mente il proprio obiettivo: non lasciare che l'amore ostacoli le sue ambizioni professionali.


Per Pallas, Wedding in a Box rappresenta tutta la sua vita. Ora, però, è a un giro di boa: o riuscirà a risollevare le sorti dell'agenzia o sarà costretta a cedere alle pressioni della madre, andando a lavorare nella banca di famiglia. Prestiti e tassi d'interesse non fanno per lei, così, quando una sposa la supplica di aiutarla a realizzare un matrimonio fuori dal comune, Pallas ha l'occasione per sfogare la sua creatività e dimostrare quanto vale. Questa volta, al suo fianco, c'è Nick, con cui il lavoro è tutta un'altra cosa... e non solo quello! 

E se la donna che ha sempre aiutato gli altri a coronare il proprio sogno d'amore, per una volta, iniziasse a pensare a se stessa? 




IL PARERE DI FRANCA POLI:

Anche questa volta Susan Mallery non mi ha deluso. Ha un modo di scrivere che apprezzo: lineare, pulito, scorrevole, con dialoghi veloci, frizzanti, a volte ironici e divertenti. Ha fatto un ottimo lavoro nel presentare i personaggi e nel descrivere la città anche nei minimi particolari, senza per questo rendere noiosa oppure lenta la lettura, anzi...
Questo è il primo libro della serie Happily Inc. e devo dire che mi è piaciuto molto.

Happily Inc è indipendente, ma ho apprezzato il fatto che l'autrice faccia riferimento a personaggi di altre serie che ha scritto. Questa in particolare è in parte collegata a “Fool's Gold”. Purtroppo qui in Italia ne sono stati pubblicati solo cinque, meno della metà di quanti siano in originale. 


Siamo qualcuno a causa dei nostri genitori o nonostante loro? 

Sia Pallas che Nick, i due protagonisti, potrebbero farsi questa domanda, visto che entrambi hanno delle situazioni familiari molto complicate. Questa non è comunque l'unica cosa che hanno in comune, ma al momento dovrete accontentarvi perché non posso anticiparvi. 

Nick, famoso e rinomato scultore che con il legno realizza dei veri e propri capolavori, dopo essere stato “costretto” a partecipare, come comparsa, a uno dei matrimoni a tema che Pallas offre con la sua agenzia di Wedding in a Box, decide di aiutarla a organizzarne altri. Oltre a lui, la ragazza potrà fare affidamento anche sulle amiche che, avendo stili e personalità diverse rispetto a lei, potranno aiutarla a realizzare quello che suoi clienti desiderano... ovvero un matrimonio da sogno, indimenticabile e unico. Pallas e Nick mi sono piaciuti molto. Lei purtroppo deve vedersela con una madre crudele, almeno in apparenza, però può contare sull'affetto di nonno Frank, del fratello Cade e del cugino Drew. Lui invece deve fare i conti con la presenza ingombrante del padre, celebre artista nella lavorazione del vetro, così come lo sono i fratelli Ronan e Mitchell. Ho amato molto anche i personaggi che ruotano intorno a loro. Ho apprezzato in particolare l'umorismo di Alan, il più stretto collaboratore di Pallas e le sue amiche sempre pronte ad aiutarla, sia sul lavoro, che nella vita privata.

Consiglio la lettura di questo libro, dove ho trovato dei personaggi e delle situazioni divertenti e molto romanticismo. Non vedo l'ora di scoprire di più sugli altri residenti di Happily Inc. e di conoscere le loro storie… sperando che la HarperCollins decida di continuare a pubblicare questa serie.




GIORNATA... A TEMA - LAURA GAETA



Buongiorno follower!
Indovina indovinello chi è l'ospite del castello? Sorvolate pure sui miei disordini mentali e concentratevi sulla nostra ospite di oggi che avrà senz'altro la normalità dalla sua... ehmm... Vabbè... Forse, dopotutto, anche lei... Leggete il tema che ha svolto per noi e poi appuntamento nel gruppo delle harmonyne dove Laura Gaeta avrà tutta la giornata a disposizione per parlarci di sé dei suoi libri. 







IL TEMA DI LAURA GAETA:


Avvertenze: quando mi è stato detto che avrei dovuto scrivere un vero e proprio tema su me stessa e sui miei lavori ho sudato freddo. Sebbene io mostri sempre una maschera di sfacciataggine, sono tendenzialmente introversa, ma per voi farò un’eccezione e cercherò di spiegarvi chi è Laura e come si dipanano le sue matasse neuronali. Per questo motivo, vi chiederei di firmarmi una liberatoria in cui dichiarate di essere ancora qui per vostro libero arbitrio, di essere consapevoli che quanto in seguito potrebbe nuocere alla vostra salute e che nulla vi sarà dovuto dopo aver finito di leggere. Può creare dipendenza LOL.
Mi chiamo Laura, sono nata il 29 agosto del 1976 a Pescara, da mamma romana e papà foggiano. 
La leggenda narra che io fossi una bambina molto, molto tranquilla, di quelle che stanno ferme per ore a giocare, che non fanno mai capricci, che ubbidiscono sempre.
Tutto questo fino ai miei 17 anni quando, per una presa – o resa? - sovversiva e anarchica di coscienza, ho deciso di far scontare ai miei poveri genitori il vecchio e il nuovo.
Nulla di che, ovviamente, ma da bambolina carina sono diventata un’adolescente grunge, con annessi e connessi.
Che poi io lo sia ancora nonostante i miei 42 anni anagrafici, è un’altra storia.
Sebbene abbia un animo immaturo e adolescenziale, nel 2004 sono convolata a giuste nozze con Danilo, figura mitologica per metà uomo e per metà santo.
Dalla felice unione sono nati Laetitia, nel 2005, e Andrea, nel 2011.
Sono loro le mie àncore, il riscatto per tutte le lacrime versate, la parte migliore di me.
Sono loro che mi hanno stretto la mano durante i periodi più bui e io li amo alla follia.
Ho da sempre sentito in me una forte vena artistica tant’è che a 4 anni pregai mio padre, baritono, di comprarmi un pianoforte, divenuto poi il mio migliore amico.
Oltre al piano, negli anni, ho studiato canto, ho dipinto, ho restaurato mobili, ho recuperato oggetti in disuso dando loro vite alternative, ho scritto.
Scrivo da sempre e ricordo ancora quando riscrissi il finale di “Piccole donne” perché per me era impensabile che Jo non accettasse la proposta di Laurie: ancora oggi ho dei seri problemi a riguardo!
Ho in cantina scatoloni pieni zeppi di diari riempiti nel corso degli anni!

Da sempre lettrice compulsiva, ho iniziato all’incirca 4 anni fa a frequentare gruppi di lettura sui social e, in questo modo, ho conosciuto tantissime belle persone che mi hanno incoraggiato a mettere nero su bianco i miei pensieri.
Da lì, da uno scherzo su Whatsapp con una di queste persone, è nato il mio primo libro, il contemporary romance con sfumature erotiche “Pepe Nero”, scritto a 4 mani.
Iniziammo, quindi, a scrivere la storia di Nina Valandri, affermata chef dal cuore di pietra, e di David O’Malley, concorrente del reality culinario da lei condotto.
Il passo successivo fu quello di crearmi uno pseudonimo, Laura Lewis, e di pubblicarlo su Amazon in self- publishing.
Era il dicembre del 2016.
Mai, mai, mai mi sarei aspettata quello che è successo poi.
Il libro piaceva! Attonita e basita, leggevo le recensioni che fioccavano, accettavo le richieste di amicizia su Facebook, rispondevo ai commenti entusiasti, di cui tantissimi per uno dei personaggi da me creati: Cameron Beasley Forks.

Cam è il migliore amico di Nina: è il suo mentore, il suo bodyguard, la sua coscienza, il suo lato comico.
Cam è 100 chili di muscoli e capelli.
Cam ha un cuore immenso e la voglia di portare il bello nella vita di tutti i suoi cari.
Potevo quindi io esimermi dallo scrivere la sua storia?
A maggio del 2017 vede quindi la luce “Io sono Cam”, un libro che per me non ha identità.
Cam è gay, ma “Io sono Cam” non è un m/m, per me.
“Io sono Cam” è la storia di due anime connesse che si trovano, che si amano, che lottano per costruire il proprio futuro.
Talmente tanto è stato il riscontro dei lettori anche per questo mio libro, che a dicembre del 2017 decido di regalare loro una piccola novella dal titolo “Oro, incenso e Cam!” e di pubblicarla a titolo completamente gratuito.
A differenza dei primi due, la novella è stata pubblicata con il mio vero nome: ho deciso infatti a fine 2017 di scrollarmi di dosso il passato e di continuare in questo pazzo mondo con la mia vera identità.
Perché questa decisione? Perché io sono io. Sono quella che non si abbatte, che morde la vita, che sorride nonostante tutto e ho pensato che nascondermi dietro un cognome fasullo non rispecchiasse la mia vera indole.

Nel frattempo, avevo già iniziato a scrivere un’altra storia.
Un libro sofferto, capitato in uno dei miei periodi personali più difficili e duri, ma che ha visto comunque la luce a maggio 2018. 
È la storia di Nephele e di Hudson, archeologa e attore, che da perfetti sconosciuti si ritrovano a odiarsi follemente.
Ma si sa, a volte l’odio è l’anticamera di ben altro…
Di questa mia ultima fatica vi dirò poco, è appena stato pubblicato e potrei “spoilerare” qualche particolare importante.
Spero di avervi annoiato poco, di non avervi costretto a una dose di psicofarmaci e di non venire bloccata sui social LOL!
Grazie mille per questa fantastica opportunità e a presto!
                                                                                                                                         
  

mercoledì 23 maggio 2018

"L'ULTIMA NOTTE AL MONDO" di Cristiana Meneghin



Buon pomeriggio amici lettori!

Dalla penna di Cristiana Meneghin, un'altra interessante nuova uscita: “L’Ultima notte al mondo”, la forza di un amore contro le ingiustizie della vita.






Autore: Cristiana Meneghin

Disponibile in ebook a € 1,90
e in formato cartaceo a € 11,50


Cover: realizzata graficamente da Teresa Labate e dipinta da Pede Cinzia 






TRAMA:


La storia di Freddi, un ragazzo che non sa cos’è l’amore, incontra quella di Nessi una ragazza che ha sofferto, forse troppo e ora cerca di cancellare il suo dolore e lottare per il presente. Due ragazzi che in un’Italia segnata da una profonda crisi economica e da un’Europa lacerata dall’ansia del terrorismo lottano per crearsi un angolo di mondo che possano chiamare casa. Brillante, emozionante e coinvolgente. Questo è “L’Ultima notte al mondo”. La forza di un amore contro le ingiustizie della vita. Un libro che vi farà dire: quella volta anche io. Maura Radice “La Bottega dei Libri” Un cappello a testa larga posato su una folta chioma bionda, rossetto rosso, Chanel N°5 sempre addosso, jeans aderenti. Nausica Morandi sembrerebbe una ragazza forte e sicura di sé. Nessuno potrebbe immaginare che il suo animo è invece molto tormentato: una parte di lei vorrebbe spegnersi così da non dover soffrire mai più, mentre l’altra vorrebbe tornare a vivere e lottare per realizzare il suo sogno. Frederic Cabirati, neolaureato presso la facoltà di Scienze viticole ed Etnologiche dell’Università di Milano, figlio di un importante proprietario terriero, si ritrova a dover rinunciare ai suoi possedimenti italiani per causa dell’EXPO e a dover lottare per qualcosa che ritiene essere suo di diritto. È durante la manifestazione No-EXPO, passata alla storia come le Cinque Giornate di Milano, che i cammini di Nausica e Frederic s’incontrano e da quel momento le loro strade sembrano destinate a non dividersi mai più. 




BIOGRAFIA:

Cristiana Meneghin
Laureata con 110 e lode in Filosofia Magistrale presso la facoltà di Lettere e Filosofia “Amedeo Avogadro” ha scritto “Ananke” e “Artemisia”; entrambi compongono i primi due volumi della saga “Le Gemme dell’Eubale”.
Ha collaborato a varie raccolte di racconti dal titolo “Io Me Lo Leggo”. Quotidianamente collabora “La Bottega dei libri” scrivendo recensioni.







DICE L’AUTRICE:

"L'ultima notte al mondo" è ambientato in Piemonte a Rovasenda in un castello chiamato "castello clone" che per via di una faida familiare attualmente è incostudito e la sua storia è quasi diventata una leggenda. È stato soprannominato castello clone per via del fatto che è identico al castello suo gemello che ha goduto di maggior fortuna ed è situato nel centro di Rovasenda.

Il contesto storico è il periodo dell'Expo, la situazione italiana è di una forte crisi economica e in Europa si affaccia il terrorismo. Questo è l'insieme degli elementi reali che si intrecciano nella storia d'amore tra Freddi e Nessi.




BREVE ESTRATTO:

“Le si avvicinò, le prese la mano e si accorse che tremava, sapeva che non poteva essere per il freddo, era agitata almeno quanto lui e con una timidezza che non aveva mai avuto nei confronti di nessuna donna l’aiutò a salire sulla sua Jeep.” 






"REMEMBER MY NAME" di Sara De Rosa



Buongiorno follower!
Di recente pubblicazione "Remember my name" di Sara De Rosa 😊








Autore: Sara De Rosa
Genere: Romance

Disponibile in ebook a € 1,99
e in formato cartaceo a € 9,90

Pagina autore: Sara De Rosa Autrice 






TRAMA:


Nathan, agente dell’FBI, si porta alle spalle un doloroso passato che lo ha portato a chiudersi nel suo mondo fatto solo di lavoro e fugaci avventure, un mondo dove l’amore non è più contemplato.

Ma una mattina tutto cambia quando soccorre una ragazza in fin di vita. Honey, così viene chiamata la ragazza, non sa più chi è, ma sembra che il suo passato sia avvolto dall’oscurità.
E mentre Nathan cerca di venire a capo di un difficile caso, i due si ritrovano a convivere sotto lo stesso tetto, ma misteri e pericoli si nascondono dietro l’angolo e i ricordi sepolti rischiano di tornare a galla investendoli come uno tsunami.
Nathan sarà capace di guarire le ferite di Honey? Quelle del corpo e quelle dell’anima? E lei riuscirà a far battere di nuovo il cuore di Nathan ormai assopito da troppo tempo?
Entrambi hanno sofferto molto e ne portano i segni, ma il destino ha deciso di intrecciare i loro cammini.
Ma questa strada dove li condurrà? Verso l’amore e la felicità o li risucchierà in un vortice di dolore e disperazione?



BIOGRAFIA:


Mi chiamo Sara De Rosa, ho 27 anni (quasi 28 ^^'), vivo in provincia di Varese con i miei genitori, mia sorella e un gatto di nome Leo.

La passione per la scrittura è nata qualche anno fa un po' per gioco, quando insieme alla mia migliore amica abbiamo deciso di iniziare a scrivere su un sito di fanfiction, e da lì poi la cosa si è evoluta fino ad arrivare a scrivere un libro vero e proprio. Al momento ho pubblicato due libri: il primo, "Cursed", è un paranormal romance, pubblicato un anno fa, mentre l'altro, "Remember my name", è un romance di recente pubblicazione.
Tra le altre passioni ci sono la lettura e le serie tv che divoro!





BREVE ESTRATTO:

«Senti, forse a questo punto dovremmo trovarti un nome, almeno per il momento.»
«Quale?» chiede riportando l’attenzione su di me.
Ecco si, Nathan, quale?
«Mmh… vediamo.» Cerco di pensare a qualcosa ma la mia mente sembra essersi svuotata d’un tratto. Vago con lo sguardo alla ricerca di un’idea che non arriva, poi poso gli occhi sul vasetto che ha in mano la ragazza. «Che ne dici di Honey?» butto lì, facendo mentalmente i complimenti a me stesso per la fantasia.
Lei mi guarda per un attimo interdetta, poi segue il mio sguardo guardando a sua volta il barattolo e a quel punto scoppia a ridere. Una risata spontanea e sincera, la prima da quando l’ho conosciuta, ed è un bellissimo suono; le si illuminano gli occhi, dello stesso colore del miele, quando sorride. All’improvviso, sento una stranissima sensazione, come un calore al petto, e per un istante rimango interdetto non capendo di cosa si tratti.
«Sì, mi piace» dice continuando a sorridere.
Torno a concentrarmi su di lei, decidendo di ignorare questa strana sensazione a cui non so dare un nome.






martedì 22 maggio 2018

NUOVE USCITE EDIZIONI KIMERIK



Buon pomeriggio follower!
Vi segnalo alcune nuove intriganti uscite firmate Edizioni Kimerik:
- "14 Gradi Rosso" di Fabio Console
- "Bianconeve. Le parole dei suoni" di Luigina Ganau
- "Un piccolo incidente a Buenos Aires" di Paolo Audino
- "Sounds of life" di Stefania Cunè



Titolo: 14 Gradi Rosso
Autore: Fabio Console 
Genere: Narrativa

Casa editrice: Edizioni Kimerik

Collana: Kimera 

Disponibile in ebook a € 3,99

e in formato cartaceo a € 14,00 


TramaIl ritratto intimo di Salvatore Galati, giovane musicista Calabrese, che si ritrova sospeso tra due mondi: quello di Stella, piccolo paese calabrese che ancora, nei primi anni 80, non si rassegna a rinunciare alla sua identità ed alla sua tradizione, contro quello odierno, in continuo e rapido cambiamento; da un lato il mondo lento ed autentico del piccolo mondo di Calabria, che lascia un segno profondo nella coscienza e nello spirito del giovane, e dall’altro quello più dinamico e fluido fondato su un terreno franoso dove non c’è spazio per alcuna certezza. Nella coscienza di Salvatore si rincorrono e sovrappongono ostinatamente lo stato di Stella fondato sulle regole non scritte, e quello fondato sulla rigida osservanza di norme non sempre coincidenti con il sentimento di giustizia del popolo; ancora il cerchio magico di Don Paolo contro il disordine incontrollato di politici e burocrati statali. Totò sarà costretto a riconsiderare il suo passato ancora vivo e incompiuto e con esso dovrà risolvere i suoi conti per rispondere finalmente alla domanda che, da quando è arrivato a Roma, lo assilla senza tregua: chi sono io? 

Note autore: Fabio Console è un musicista, autore e compositore. Nel 1998 ha pubblicato il suo primo album dal titolo Liberi e fuori (ed. SOS). Nel 2000 pubblica l'album Donna Calabria (ed. SOS). Nell'ambito del progetto artistico Ventunovu realizza gli album Dalla Terra dei briganti 2002 (ed. V.t.v) e Anima Kalabra nel 2008 (Ed. Ambasciata calabrese). Nel 2006 fonda a Roma "L'ambasciata Calabrese", attività centrata sulla promozione della cultura calabrese, di cui attualmente è direttore generale. Nel 2010 pubblica l'album È tempo (ed. ambasciata calabrese). Esordisce come scrittore con il suo romanzo Quattordici gradi rosso. 





Autore: Luigina Ganau 
Genere: Narrativa

Casa editriceEdizioni Kimerik
Collana: Kimera 

Disponibile in ebook a € 5,99
e in formato cartaceo a € 16,00 

TramaLisa ha quarant’anni quando decide di dare voce alle sue sofferenze e alle sue gioie. Raccontarsi è l’unico modo per dare un senso a quelle notti insonni trascorse in solitudine tra rabbia e rassegnazione. 

Lo fa attraverso il racconto di una vita modesta, trascorsa nella periferia torinese a partire dalla seconda metà degli anni sessanta. 
Ripercorre la sua infanzia, rivive gli anni di studio al Conservatorio e le delusioni di un matrimonio che, dietro un’apparente perfezione, cela quello che diventerà il suo latente malessere. 

Note autore: Luigina Ganau nasce a Torino nel 1966 e compie gli studi musicali presso Conservatori del nord Italia, diplomandosi in Pianoforte e Clavicembalo. Dal 1982 svolge attività concertisti¬ca in qualità di pianista e clavicembalista come solista e in varie formazioni cameristiche che vanno dal duo all'orchestra barocca. Dal 1989 si dedica all'insegnamento della musica a bambini in età scolare e prescolare seguendo mirate metodologie sulla didattica, specializzandosi in particolare nel metodo Yamaha.





Autore: Paolo Audino 
Genere: Narrativa

Casa editriceEdizioni Kimerik
Collana: Kimera 

Disponibile in ebook a € 8,99
e in formato cartaceo a € 19,00 

TramaSi svegliò di soprassalto, sudato, forse solo per le lattine di birra che nel frattempo erano salite a cinque. Ancora la musica in sottofondo.
L’alcool gli fece dimenticare il mantra e le ossessioni tornarono ad affollargli la mente.
Decise che avrebbe mollato tutto e tutti. Voleva fuggire il più velocemente e il più distante possibile. Aveva voglia di ballare un tango. Sarebbe andato in Argentina.
Prese il cellulare, andò sulla funzione messaggi e nei contatti cercò David, cliccò sul suo nome, poi fece lo stesso con quello di Lynette. Al doppio destinatario scrisse poche battute: Di voi non ne voglio più sapere, io parto per l'Argentina. Non cercatemi più.
Dopo pochi secondi arrivò la risposta di David: Buona serata anche a te e buon viaggio.
Lynette non rispose mai. 

Note autore: Paolo Audino nasce a Torino nel 1956. È giornalista professionista dal 1990 e manager d'impresa dal 1998. Appassionato di viaggi e di geografia, decide di trasformare i suoi hobby in lavoro. Reportage fotografici e racconti di viaggio segnano così il suo esordio alla professione giornalistica. Oggi, come dirigente di un primario gruppo fieristico nazionale, organizza eventi di promozione e in qualità di direttore responsabile coordina la realizzazione di riviste e siti web di informazione tecnica sull'industria turistica. Dopo decenni di interviste, articoli e inchieste, approda per la prima volta alla struttura più complessa e affascinante del romanzo.





Autore: Stefania Cunè 
Genere: Narrativa

Casa editriceEdizioni Kimerik
Collana: Kimera 

Disponibile in ebook a € 6,99
e in formato cartaceo a € 16,00 

TramaUna coppia come tante. Parecchi anni di differenza, modi di vivere e passioni differenti, alcuni contrasti. Un viaggio in Africa, in una terra così diversa dall’Europa, dall’Italia, che donerà nuove consapevolezze.
Attraverso la narrazione tradizionale e la tecnica del racconto nel racconto, Stefania Cunè delinea un’originale vicenda di formazione e avventura, dove ogni evento non è mai casuale. Impossibile non esserne coinvolti.

Note autore: Stefania Cunè nasce a Napoli. Studia Filosofia presso l'Università "La Sapienza" di Roma e contemporaneamente frequenta i corsi di Teatro alla scuola Fersen. Si appassiona ad ambedue, finché, a seguito di interessanti proposte di lavoro, abbandona gli studi universitari. Collabora per anni con il Centro Sperimentale del Teatro di Roma e, in seguito, con vari registi in qualità di attrice, aiuto regista, adattatrice di testi e produttrice. Mette in scena spettacoli di cui cura adattamento e regia. Compie viaggi attraverso l'Europa, l'India e diversi Stati dell'Africa. Attualmente vive fra Roma e la Maremma Toscana, dedicandosi alla scrittura e all'antica arte del mosaico.



RECENSIONE "ATTRAZIONE IN ALTO MARE" di Cami Dalton




Di seguito, il parere di Daniela Perelli su "Attrazione in alto mare" dell'autrice Cami Dalton, edito HarperCollins Italia 😊









Autore: Cami Dalton
Genere: ELit

Casa editrice: HarperCollins Italia

Disponibile in ebook a € 2,99 






TRAMA:


Quando l'abito non fa il monaco, ma aiuta...


Phoebe Devereaux ancora non riesce a credere di recitare la parte di una ballerina di fila di varietà su una nave casinò di proprietà dell'ex boss Mr. V. e tutto perché quella svitata della sorella si è cacciata nei guai. Ora lei è costretta a fare da informatrice per la polizia, ma la cosa che maggiormente la sconvolge è scoprire che su quella stessa nave lavora, come spogliarellista, Trace McGraw, l'uomo che ormai la perseguita da anni nei suoi sogni più infuocati e con cui in passato ha trascorso una sola notte di intensa passione.

Trace non avrebbe mai immaginato di assistere a un simile spettacolo: la ragazza che si dimena sul palco insieme alle altre è Phoebe. Che cosa ci fa su quella nave? L'unico modo per scoprirlo è riallacciare i rapporti con lei e magari riprendere il discorso da dove lo avevano bruscamente interrotto.





IL PARERE DI DANIELA PERELLI:


Ho scoperto questa lettura per caso e, incuriosita dalla trama, ho deciso di acquistare l’ebook per lasciarmi trasportare da una storia che già immaginavo avrebbe portato molti sorrisi.
I protagonisti, uno spogliarellista in missione e una ballerina classica che di “classico” rappresenterà ben poco su quella nave da crociera, sono caratterialmente ben descritti dall’autrice nonostante la brevità del romanzo. La storia gira intorno al misterioso Mr. V., uomo considerato ambiguo e pericoloso, con battibecchi spesso provocanti e sensuali tra una cocciuta e ferita Phoebe e Trace che, a quanto pare, è ben diverso da come lei lo ricordava. Molto dolce, romantico, protettivo… Eppure lei ancora non si fida e non comincerà a fidarsi veramente sino a che una piccola verità non verrà a galla. Da quel momento in poi, le cose cambieranno tra loro? In realtà non è così semplice: i due hanno una missione da portare a termine e quell’incontro casuale non può distrarli dai loro impegni…
Devo dire che ho apprezzato molto questa novella che mi strappato più volte sorrisi sinceri, una storia d’amore originale seppur semplice nella narrazione, ma ottimamente raccontata con quel pizzico di sensualità che nelle storie d’amore, a mio avviso, non deve mai mancare.
Ne consiglio la lettura 😊



"LA CATTEDRALE DI JASPER" di Cristiano Pedrini



Buongiorno follower!
Vi segnalo "La cattedrale di Jasper", l'ultima creazione letteraria di Cristiano Pedrini 😊







Autore: Cristiano Pedrini
Genere: Narrativa

Disponibile in ebook a € 2,99
e in formato cartaceo a € 10,83

Pagina autore: Cristiano Pedrini Autore 






TRAMA:


Federico, un trentenne italiano di successo, vive la sua vita chiuso nella prigione della sua anima e del suo lavoro. Quando conosce attraverso a una chat Jasper, trasferitosi dall'Inghilterra per un corso di studi universitari, sa di non poter sperare molto per loro, ma quando il giovane ragazzo si materializzerà nella sua vita accendendo in lui mille emozioni, si troverà costretto a respingerle proprio per il terrore di ferirlo. Jasper ama la sua terra, le sue leggende, i suoi castelli e la sua cattedrale. Federico, esperto di marketing per una casa editoriale non conosce le sfumature della vita né crede di sapersi emozionare per l'arte e la storia… Cosa potrà unirli e aprire i loro cuori?  




DICE L'AUTORE:

L’idea di fondo è nata qualche mese fa quando pranzando con un amico in corso Como a Milano ho visto il nuovo quartiere finanziario. Mostrare due mondi apparentemente diversi, come il giorno e la notte, l’avveniristico quartiere e Lincoln, una piccola cittadina inglese raccolta attorno alla sua monumentale cattedrale… luoghi che si fondono nella personalità di Federico e Jasper, i due protagonisti.





BREVE ESTRATTO:

Nonostante la sua mente avesse bisogno del dovuto riposo, per Federico rimettere in ordine la confusione che imperava incontrollata nei suoi pensieri era una priorità che non poteva né voleva ignorare. E del resto, anche se fosse riuscito a debellare quella marea di pensieri, gli sarebbe bastato volgere lo sguardo alla sua destra e scorgere quel corpo disteso accanto a lui per farli riesplodere incontrollati.
Rivolse il capo al soffitto osservando la lampada spenta prima di tornare per l’ennesima volta a fissare la radiosveglia sul comodino. Si accorse, con sconforto, che erano passati solo pochi minuti dall’ultima volta che aveva controllato l’ora. La notte era ancora lunga purtroppo.
Che diavolo ti è venuto in mente… Sospirò profondamente.
Si massaggiò le tempie, cercando di controllare il respiro che sentiva più veloce che mai. Ma cosa avrebbe potuto fare di diverso?
Una domanda che continuava a ripetersi come un disco rotto mentre si ritrovava di nuovo a fissare il soffitto della camera. Non riusciva ad accettare la sua stessa risposta, pronunciata solo poche ore prima davanti al ragazzo che si era ritrovato sulla soglia di casa.
La sorpresa nel trovarsi di fronte a quel volto – ammirato all’infinito davanti allo schermo del suo laptop o allo smartphone, fantasticando all’idea, un giorno, di poterlo presentare come il suo ragazzo ideale – era stata alimentata dal sorriso imbarazzato di lui, il quale era rimasto in silenzio.
Un sorriso che si rispecchiava in quell’espressione impacciata, mostrandosi capace di creare un magia alla quale Federico sapeva di non riuscire a sottrarsi come invece avrebbe dovuto.
Erano i suoi occhi dolci e comprensivi dello stesso colore delle nocciole?
I suoi folti capelli castani che tentavano di incutere, con quel taglio, un segno improbabile della sua ribellione?
Le sue labbra piene che con quel tono rosato riuscivano a stuzzicare le sue fantasie?
Cosa rendeva Jasper capace di mandare in frantumi la ferrea volontà che aveva, fino a poco prima, guidato i suoi passi e le sue azioni?
Gli occhi di Federico erano scivolati verso il basso, per osservare il borsone sorretto dalle sue mani arrossate; le stesse che più di una volta aveva visto sollevare per salutarlo al termine delle videochiamate settimanali. Mani dalle dita lunghe e affusolate, impreziosite dall’incarnato roseo sul quale spiccava un braccialetto d’argento.
«Ciao…» lo aveva salutato il ragazzo, cercando di vincere l’imbarazzo di quella situazione.
Il ricordo dell’incontro si spense sopraffatto dal mormorio del suo ospite che attirò l’attenzione di Federico. Vide lo stesso volto, immerso nel silenzio del sonno e sprofondato nel cuscino, voltarsi verso di lui.
«Finalmente Jasper è qui, accanto a me…» L’uomo sorrise allungando la mano verso di lui. «Quante volte ho sognato questo momento e ora…» le sue dita si fermarono a poca distanza da quel viso, «… ora tutto sembra terribilmente reale.»
La sua mano si ritrasse, scomparendo sotto le coperte. Una fuga che non avrebbe certo potuto replicare con altrettanta semplicità l’indomani. La quiete della notte, che tutto aveva ovattato attorno a lui sarebbe scomparsa, lasciandolo davanti a una decisione che non avrebbe potuto rinviare a lungo.
La notte porterà consigliosi disse, chiudendo gli occhi nella speranza che il buio potesse offrigli l’atteso riposo e con esso le risposte che desiderava.